#lalistadeimipiace

Delle cose che non c’entrano: la lista dei mi piace

7 settembre 2017

Durante le ferie sono finalmente riuscita a leggere un libro che avevo acquistato da un po’ e che era lì ad attendermi nel mio Kindle: ‘La donna dal taccuino rosso’. Il titolo mi aveva subito incuriosita e la lettura non ha deluso le aspettative: un romanzo leggero che scorre veloce, romantico ma non sdolcinato, perfetto da gustare nelle giornate lente in riva al mare.

Chi mi ha rubato la creatività e la voglia di fare?

Ma cosa c’entra questo con la scrittura, con i social, con il web? C’entra proprio perché non c’entra. Ok, ora mi spiego meglio! Come ogni anno anno per me vacanza vuol dire prima di tutto riposo e relax, ma poi anche momento per ripensare e rivedere quello che ho fatto e quello che voglio fare con i miei lavori e progetti.

Tra le tante idee e riflessioni, una è emersa con più forza delle altre: sono arrivata alle vacanze scarica, fisicamente ma anche mentalmente, perché non sono riuscita a prendermi cura di quello che non c’entra, di quello che sta intorno, di quello che non è immediatamente spendibile nel lavoro. La testa andava ormai solo in quella direzione e dopo un po’…corto circuito! Facevo fatica a scrivere, i pensieri sembravano bloccati, della concentrazione poi non parliamo. Chi mi aveva rubato la creatività? E le idee, la voglia di fare?
Quest’idea, che probabilmente c’era già da un po’ nei meandri dei miei pensieri, è diventata chiara proprio leggendo ‘La donna dal taccuino rosso’. Un taccuino dove la protagonista annota ogni giorno una lista di «Ho paura…» e una di «Mi piace…». Un elenco di cose semplici, di piccoli fatti che le accadono durante la giornata, di esperienze che la rendono felice o che la spaventano e che mi ha spinto a chiedermi -a me cosa fa paura? E cosa mi piace? Cos’è che può far svoltare una giornata storta o ridarmi la carica quando sono giù? Cos’è che può ridarmi un po’ di energia, ma anche aiutarmi nel mio lavoro dove manuali e nozioni tecniche da soli non bastano?

La mia #listadeimipiace

E qui c’è la risposta che ti ho anticipato all’inizio di questo post, servono le cose che non c’entrano, i piccoli e grandi ‘mi piace’ da coltivare e curare ogni giorno: leggere un buon libro (e non solo manuali), fare una passeggiata (e non intestardirmi a tutti i costi su quella frase che proprio non mi convince), pasticciare con carta, colori e washi tape (sì, quella per la cartoleria è quasi un’ossessione) godermi una mostra (Biennale, arrivo. Promesso), prendermi cura del mio mini orto in terrazza (mini orto, maxi soddisfazioni), scrivere per il gusto di scrivere per me soltanto (senza preoccupazioni su strategia, target, obiettivi), ascoltare musica (tanta musica), preparare un dolce (e riempire la cucina di quel profumo che sa di casa e tranquillità).
Così ho cominciato anch’io la mia lista di ‘mi piace’, prima di tutto prendendomi il tempo di metterli in pratica e poi (quasi!) ogni giorno scrivendoli.
È servito? Certo che è servito! Non dico che ora sia sempre tutto facile-evviva-evviva-nessuna fatica-nessun problema, ma le idee e l’energia si sono rimesse in circolo.
Una di queste idee? Perché non condividere alcuni dei miei ‘mi piace’qui? Detto, fatto. Sceglierò alcuni dei libri, delle esperienze e dei momenti che ogni giorno finiscono nella mia lista dei mi piace e che spero possano essere utili anche a te. Li troverai qui nel blog nei prossimi mesi e nei social con #lalistadeimipiace. E che il potere delle piccole cose belle sia con te!

P.S. Vuoi leggere anche tu il libro ‘La donna dal taccuino rosso’?

valentinagregato
Aiuto piccole imprese, attività e professionisti a promuoversi sul web. In questo blog potrai trovare quello che imparo, studio e sperimento e gli strumenti che trovo più utili per organizzare al meglio il lavoro.

One comment

  1. […] entra di diritto nella #listadeimipiace (che cos’è la lista dei mi piace? Te lo spiego in questo articolo). Ascolto musica in macchina, mentre cammino, mentre corro, mentre sistemo casa, mentre cucino, […]

    Rispondi

Write a Comment